Slide background

Salvia

Salvia Officinalis

Il nome deriva dal latino salveo che significa in “buona salute” forse per le qualità benefiche della pianta. Gli Arabi antichi attribuivano alla salvia il dono dell’immortalità o perlomeno di longevità. In seguito i Romani la utilizzarono come pianta sacra nelle loro cerimonie. Si narra che i Cinesi commercializzavano il loro prezioso the verde nella misura di quattro unità per una di salvia.

In cucina

La salvia si addice alla cottura di moltissime pietanze. E’ ideale con la maggior parte di carni grasse, arrosti, carni allo spiedo, anatra e oca farcita. Le foglioline fresche sono deliziose aggiunte negli impasti per ripieni e per le focacce anche se l’utilizzo più noto e frequente sono gli gnocchi burro e salvia.

icone simonato-05 icone simonato-11 icone simonato-09